Consiglio di amministrazione

Nominativo Carica Data di nomina
Alistair Dormer (***) Presidente 13/05/2016
Andy Barr (***) Amministratore Delegato
e Direttore Generale1
13/05/2016
Alberto de Benedictis (*) (**) Vice Presidente2 13/05/2016
Barbara Biassoni Amministratore 16/11/2018
Filippo Corsi Amministratore 16/11/2018
Mario Garraffo (*) (**) Amministratore 13/05/2016
Katherine Jane Mingay (***) Amministratore 13/05/2016
Katharine Rosalind Painter (*) (**) Amministratore 13/05/2016
Riccardo Tiscini Amministratore 16/11/2018

1) Il Consiglio di Amministrazione della Società in data 24 maggio 2016 ha nominato l’ing. Andrew Thomas Barr quale Amministratore Delegato e Direttore Generale.
2) Il Consiglio di Amministrazione della Società in data 28 ottobre 2016 ha nominato il dott. Alberto de Benedictis quale Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione.
(*) Componente del Comitato Controllo e Rischi.
(**) Componente del Comitato Nomine e Remunerazione.
(***) Componente del Comitato Esecutivo 

Il Consiglio di Amministrazione è investito del compito di dirigere la società avendo la facoltà di compiere tutti gli atti più opportuni per il raggiungimento degli scopi sociali, ad esclusione degli atti riservati – dalla legge o dallo Statuto all’Assemblea. 

Il Consiglio di amministrazione riveste pertanto un ruolo centrale nell’ambito della vita decisionale della Società in quanto non solo valuta il generale andamento della gestione societaria ma provvede ad esaminare ed approvare preventivamente le operazioni che rivestono un significativo rilievo strategico, economico o patrimoniale per la Società stessa.

NOMINA

La Società è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da un numero di membri non inferiore a tre e non superiore a nove. L’Assemblea, di volta in volta, prima di procedere alla elezione del Consiglio determina il numero dei componenti entro i suddetti limiti.

Gli Amministratori sono nominati per un periodo non superiore a tre esercizi e sono rieleggibili a norma dell’art. 2383 del Codice Civile.

La nomina degli amministratori è effettuata dall’Assemblea ordinaria.

Lo Statuto sociale subordina l’assunzione della carica di amministratore oltre che al possesso dei requisiti di onorabilità previsti dalle vigenti disposizioni normative e regolamentari, anche al possesso di determinati requisiti di professionalità indicati nell’ambito dello Statuto stesso.

L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti della Società, tenutasi in data  13  maggio 2016, ha nominato quali membri del Consiglio di Amministrazione: Alistair John Dormer, Katherine Jane Mingay, Andy Barr, Giuseppe Bivona, Rosa Cipriotti Alberto de Benedictis, Mario Garraffo, Fabio Labruna e Katharine Rosalind Painter.  Il Consiglio di Amministrazione è stato nominato per tre esercizi e, pertanto, resterà in carica fino alla data dell’Assemblea che sarà convocata per l’approvazione del Bilancio di Esercizio al 31 marzo 2019.

In data 16 maggio 2016, il Consiglio di Amministrazione della Società ha provveduto a nominare la dott.ssa Katherine Jane Mingay quale Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione. Si segnala che, in data 21 ottobre 2016, la dott.ssa Katherine Jane Mingay ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica di  Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione, ferma restando la sua carica di membro del Consiglio di Amministrazione della Società. In data 28 ottobre 2016 il Consiglio di Amministrazione ha nominato quale nuovo Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione il dott. Alberto de Benedictis in sostituzione della dott.ssa Katherine Jane Mingay.

In data 24 maggio 2016, il Consiglio di Amministrazione della Società ha provveduto a nominare l’ing. Andy Barr quale Amministratore Delegato e Direttore Generale.

Si precisa che, l’Assemblea Ordinaria degli azionisti di Hitachi Rail STS S.p.A., tenutasi in data 19 gennaio 2017 ha deliberato di promuovere l’azione sociale di responsabilità, di cui all’art. 2393 c.c., nei confronti del Consigliere ing. Giuseppe Bivona che, per l’effetto, è stato revocato dalla carica. Di conseguenza, l’Assemblea ha proceduto alla nomina, così come previsto dalla normativa vigente e dallo Statuto sociale, del dott. Michele Alberto Fabiano Crisostomo quale Consigliere della Società (primo candidato non eletto tratto dalla lista di minoranza presentata congiuntamente in data 21 aprile 2016 dagli azionisti di minoranza Elliott Associates L.P., Elliott International L.P. e The Liverpool Limited Partnership).

In data 29 ottobre 2018 i consiglieri Rosa Cipriotti, Michele Alberto Fabiano Crisostomo e Fabio Labruna, hanno rassegnato le proprie irrevocabili dimissioni dalla carica di Amministratore della Società, con efficacia dal 2 novembre 2018, in virtù dell’accordo sottoscritto in data 29 ottobre 2018 tra Hitachi Ltd., Hitachi Rail Italy Investments S.r.l. ed Elliott Management Corporation, Elliott International, L.P., Elliott Associates, L.P. e The Liverpool Limited Partnership e relativo all’acquisto da parte di Hitachi Rail Italy Investments S.r.l. dell’intera partecipazione detenuta in Hitachi Rail STS da Elliott International, L.P., Elliott Associates, L.P. e The Liverpool Limited Partnership.

Il Consiglio di Amministrazione, in data 16 novembre 2018, ha nominato la dott.ssa Barbara Biassoni, l’avv. Filippo Corsi (General Counsel della Società) e il prof. Riccardo Tiscini in sostituzione degli amministratori dimissionari. Tali amministratori sono stati confermati dall’Assemblea ordinaria del 31 gennaio 2019. 

REGOLAMENTO

Il Regolamento del Consiglio di Amministrazione è stato approvato in data 29 gennaio 2007 ed è stato successivamente modificato in data 26 novembre 2010 e da ultimo modificato in data 30 gennaio 2017.
Tale Regolamento definisce non solo la composizione e il ruolo che il Consiglio di amministrazione riveste all’interno della Società quale organo di gestione ma anche le modalità con le quali si svolgono le riunioni.
Per quanto riguarda i compiti il Regolamento specifica che il Consiglio di Amministrazione:

  • esamina ed approva i piani strategici, industriali e finanziari della Società e del Gruppo di cui è a capo, il sistema di governo societario della Società stessa e la struttura del Gruppo;
  •  valuta con cadenza annuale l’adeguatezza dell’a ssetto organizzativo, amministrativo e contabile generale della Società, del Gruppo e delle controllate aventi rilevanza strategica predisposto dall’Amministratore Delegato, con particolare riferimento all’adeguatezza, efficacia ed effettivo funzionamento del sistema di controllo interno e alla gestione dei conflitti di interesse;
  • attribuisce e revoca deleghe all’Amministratore Delegato, fermo quanto riservato alla esclusiva competenza del Consiglio ai sensi dell’art. 2381 Codice Civile, nonché in relazione alle previsioni dello statuto sociale, definendone i limiti e le modalità di esercizio;
  • determina, esaminate le proposte del Comitato per le Nomine e la Remunerazione e sentito il Collegio Sindacale ai sensi dell’art. 2389, 3° comma, del Codice Civile, il trattamento economico e normativo dell’Amministratore Delegato, attraverso il Comitato per le Nomine e la Remunerazione cui è stata conferita specifica delega, e degli altri Amministratori che ricoprono particolari cariche, inclusa la partecipazione ai Comitati istituiti dal Consiglio di Amministrazione. Determina, inoltre, qualora non vi abbia provveduto l’Assemblea, la suddivisione del compenso globale spettante ai membri del Consiglio;
  • valuta il generale andamento della gestione, tenendo in considerazione, in particolare, le informazioni ricevute dagli organi delegati, nonché confrontando, periodicamente, i risultati conseguiti con quelli programmati;
  • esamina ed approva preventivamente le operazioni della Società e delle sue controllate, quando tali operazioni abbiano un significativo rilievo strategico, economico, patrimoniale o finanziario per la Società stessa, prestando particolare attenzione alle situazioni in cui uno o più Amministratori siano portatori di un interesse per conto proprio o di terzi e, più in generale, alle operazioni con parti correlate; a tal fine stabilisce i criteri generali per individuare le operazioni di significativo rilievo.
  • effettua, almeno una volta l'anno, una valutazione sulla dimensione, sulla composizione e sul funzionamento del Consiglio stesso e dei suoi comitati, eventualmente esprimendo orientamenti sulle figure professionali la cui presenza in Consiglio sia ritenuta opportuna;
  • fornisce informativa, nella relazione sul governo societario, sullo svolgimento dei compiti sopra elencati e, in particolare, sul numero delle riunioni del Consiglio tenutesi nel corso dell'esercizio e sulla relativa percentuale di partecipazione di ciascun amministratore.