31 Maggio 2017, ore 13:00

La riapertura del cantiere di Scampìa della Metrocampania Nord Est, non solo rappresenta un importante passo in avanti per l’ultimazione dei lavori, ma soprattutto un contributo sostanziale per il miglioramento della qualità della vita di migliaia di persone che insistono in quell’area della città”.

A parlare è Roberto Passalacqua (nostro Vice President region railways & mass transit, nonché coordinatore generale della società concessionaria Ati Ascosa Ferroviaria Scarl), intervenuto ieri alla cerimonia ufficiale di riapertura del cantiere sito nell’area settentrionale della città cui hanno partecipato anche Claudio De Vincenti (ministro per la Coesione territoriale e del Mezzogiorno), Vincenzo De Luca (Governatore della Regione Campania) e Umberto De Gregorio presidente del Cda di Eav Srl (soggetto attuatore dell’intervento).

La Linea in esercizio rappresenta una prima parte della Metropolitana Regionale (ex Metrocampania Nordest), oggi Eav, che si estenderà verso Sud direzione Napoli e che, a sua volta, si collegherà alla linea 1 della Metropolitana – spiega Passalacqua –. Ciò consentirà ad ogni passeggero di recarsi, senza soluzione di continuità, da Aversa Centro al Centro della Città di Napoli e/o All’aeroporto di Capodichino. Un miglioramento del servizio di trasporto pubblico che di sicuro andrà a migliorare la vita di migliaia di cittadini partenopei e campani”.

Il progetto presentato oggi prevede, tra le altre cose, la creazione di una grande piazza pedonale di raccordo all’interno del quartiere di Scampìa, nonché la realizzazione di un flesso e di una rotatoria ellittica per dissuadere e limitare la velocità del traffico veicolare. In fase di progettazione, invece, sono le stazioni di: Miano; Secondigliano; Regina Margherita; Di Vittorio; Capodichino Aeroporto che, è necessario sottolineare, appartengono ad un differente appalto.

L’associazione temporanea d’impresa (Ati), costituita tra la mandataria Ascosa Ferroviaria e le mandanti Ansaldo STS, Aet, Imeco Ldb e B&P è concessionaria di Eav per la progettazione e la realizzazione della linea Metropolitana Regionale nella tratta compresa tra Piscinola ed Aversa centro.

La linea è stata aperta all’esercizio in configurazione provvisoria nel 2005 tra Piscinola e Mugnano e poi nel 2009 c’è stata l’apertura all’esercizio dell’intera tratta Piscinola - Aversa Centro di circa dieci chilometri con cinque stazioni: Piscinola, Mugnano, Giugliano, Aversa Ippodromo ed Aversa Centro.

La concessione dell’Ati Ascosa, infine, prevede: la sistemazione del nodo di interscambio di Scampia con la creazione di una piazza e la sistemazione della viabilità; l’apertura all’esercizio di una nuova stazione a Melito compresa tra le attuali stazioni di Giugliano e Mugnano; la realizzazione del collettore fognario a servizio delle stazioni di Giugliano e Melito, che servirà oltre ai predetti comuni, anche il territorio di S. Antimo, risolvendo seri problemi del sistema idraulico attuale; la realizzazione delle rampe di collegamento tra la Metropolitana Regionale Eav e il deposito di Piscinola della Linea 1. La durata prevista dei lavori è di circa 30 mesi.

http://sts.hitachirail.com/sites/ansaldosts/files/copertina_news/06metropolitana0571.jpg