26 Maggio 2017, ore 13:00

Deposito veicoli Dinegro, i responsabili di Ansaldo STS consegnano al Comune di Genova la nuova struttura che permetterà il rimessaggio e la manutenzione dell’intero parco veicoli circolante nella Metropolitana cittadina. L’intervento, reso necessario dalla crescente inadeguatezza del vecchio sito, è stato messo in opera con l’obiettivo di permettere l’intervento dei tecnici specializzati sia sui convogli di prima e seconda generazione sia, e soprattutto, sui sette veicoli di terza generazione.

L’intervento operato dal nostro personale, in quanto la società è concessionaria comunale per la progettazione e la costruzione del passante metropolitano cittadino (nelle tratte Rivarolo – Principe – Brignole), è avvenuto in direzione mare, ovvero nella striscia di terreno che si trova tra il limite del deposito e la stazione di Dinegro (proprio al di sotto dell’impalcato di via Buozzi e la linea ferroviaria esistente), sfruttando le aree inutilizzate adiacenti al deposito.

Grazie ai lavori di ampliamento, il deposito ora coprirà una superficie di circa 12.000 mq, per una lunghezza di circa 600 metri.

La nuova rimessa, progettata per far fronte ai requisiti della Metropolitana di Genova, nelle massime configurazioni di sviluppo previste, è ripartita rispettivamente in tre sezioni:

  • la zona di rimessaggio di ponente, collegata al deposito e alla linea metropolitana attraverso due varchi realizzati nel muro del vecchio prospetto sud;
  • la zona di rimessaggio di levante;
  • l’officina, nella quale è anche situata una palazzina adibita ad accogliere i locali tecnici e gli uffici del personale AMT, un magazzino (che verrà destinato ai locali di stoccaggio materiale e alla nuova centrale termica). Realizzate anche nove fosse complete delle attrezzature necessarie per la manutenzione dei veicoli.

La disposizione organizzativa del deposito garantirà così la massima funzionalità nella movimentazione dei veicoli, sia in ingresso che in uscita dalla linea, in totale sicurezza, riducendo al minimo i tempi di manovra e le interferenze con i movimenti sulle operazioni di manutenzione.

Le installazioni effettuate consistono di un tornio in fossa, tre tavole rotanti manuali, dieci sollevatori a colonna, una cabina di lavaggio, un portale di pressatura carrelli, un sollevatore a scomparsa per carrelli ed una struttura in carpenteria metallica dotata di gancio di sollevamento per l’accesso all’imperiale.

La nuova officina è inoltre collegata a quella vecchia e si affaccia su via Mura degli Zingari tramite un binario di collegamento a raso, attraverso la loggia da cui l'Ammiraglio Andrea Doria osservava il mare dal suo palazzo.

http://sts.hitachirail.com/sites/ansaldosts/files/copertina_news/dinegro_3.jpg