07 Apr 2006, ore 15:15

Ad Ansaldo Breda e Ansaldo STS 300 milioni di euro per la realizzazione del Metro di Salonicco

  • Ansaldo Breda fornirà i veicoli e Ansaldo STS il Sistema Tecnologico
  • Il Metro avrà una lunghezza di 9,5 km, 13 stazioni e muoverà 18.000 passeggeri l’ora
  • Il costo complessivo dell’opera è di 800 milioni

E’ stato formalizzato e firmato oggi il contratto per la realizzazione della metropolitana di Salonicco.
Ansaldo STS ( Milano, MTA/Star, STS ) fornirà il Sistema Tecnologico ed Ansaldo Breda i veicoli. L’importo della commessa per le due società è pari a complessivi 300 milioni di euro, di cui 180 milioni spettanti ad Ansaldo STS e 120 milioni ad Ansaldo Breda. Ansaldo STS e Ansaldo Breda fanno parte di una joint venture italo greca con Aegek, Impresilo e Seli. Il contratto prevede la realizzazione della metropolitana automatica nella città di Salonicco, capoluogo della Macedonia e seconda città della Grecia per numero di abitanti e importanza economica. L’impianto tecnologico fornito da Ansaldo STS ricalcherà il disegno della metropolitana automatica di Copenhagen. Nessun macchinista/agente sarà presente a bordo in quanto tutte le attività di controllo della marcia dei treni e di verifica di sicurezza e supporto informativo per i viaggiatori saranno centralizzate,
telecontrollate ed automatizzate. I veicoli realizzati da Ansaldo Breda saranno articolati a quattro casse per un totale di 450 passeggeri trasportabili, con una velocità massima di 80 km/h e dotati di impianto di condizionamento dell’aria. Il sistema complessivo potrà trasportare 18.000 passeggeri per ora per direzione. L’opera, totalmente in sotterraneo per una lunghezza di circa 9,5 km e con 13 stazioni, offrirà alla città macedone una capacità di trasporto di 18.000 passeggeri per ora e per direzione con una frequenza dei treni di 90 secondi. Il completamento dei lavori e l’apertura all’esercizio pubblico dell’impianto sono previsti per il 2012. Il costo complessivo sarà di oltre 800 milioni di euro. Il consorzio aveva presentato nel corso del 2005 la propria proposta tecnico economica in competizione con altre compagini internazionali di grande livello per la realizzazione dell’opera finanziata anche dalla Comunità Europea. Dopo un accurato esame svolto da una commissione aggiudicatrice, che ha visto prevalere la proposta italo greca sia sotto l’aspetto tecnico che economico, il cliente Attilo Metro, ha confermato l’aggiudicazione del contratto ratificandone oggi l’approvazione definitiva.