Genova
14 Mar 2018, ore 16:15
  • Ordini acquisiti nell’anno per 1.500,8 milioni di euro (+1,7%)
  • Portafoglio ordini al 31 dicembre 2017 pari a 6.457,5 milioni di euro (-0,5%)
  • Ricavi pari a 1.361,0 milioni di euro (+2,5%)
  • Risultato Operativo (EBIT) pari a 100,8 milioni di euro (-20,5%)
  • ROS pari al 7,4% (-2,2 p.p.)
  • Utile netto consolidato pari a 64,9 milioni di euro (-16,7%)
  • Flusso di cassa operativo (FOCF) pari a 30,6 milioni di euro (-19,4%)
  • Posizione Finanziaria Netta attiva pari a (357,5) milioni di euro in aumento rispetto al saldo del 2016 di (338,0) milioni di euro
  • Proposta all’Assemblea la distribuzione di un monte dividendi pari a 30 milioni di euro (0,15 euro per azione)
  • Approvata la Relazione di Corporate Governance
  • Approvate le guidance per il 2018

Il Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS SpA (STS.MI), riunitosi oggi, ha approvato a maggioranza il progetto di bilancio di esercizio 2017 che sarà sottoposto all’Assemblea degli Azionisti.

Il Consiglio ha altresì approvato a maggioranza il bilancio consolidato del Gruppo Ansaldo STS al 31 dicembre 2017.

Si comunica inoltre che il Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS S.p.A. ha deliberato di convocare l’Assemblea degli Azionisti della Società, per il giorno 10 maggio 2018, in unica convocazione.

L’avviso di convocazione, le Relazioni illustrative redatte ai sensi dell’art. 125–ter TUF e dell’art. 84-ter del Regolamento Emittenti, nonché l’ulteriore documentazione relativa all’Assemblea, saranno messi a disposizione del pubblico nei termini e con le modalità previsti dalla normativa vigente.
L’anno 2017 chiude con un Utile Netto Consolidato pari a 64,9 milioni di euro rispetto a 77,9 milioni di euro consuntivati nel 2016.

Il Consiglio ha deciso di proporre all’Assemblea Ordinaria degli Azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,15 euro per ciascuna delle azioni aventi diritto (i.e. per ciascuna delle azioni che risulteranno in circolazione alla data di stacco cedola, escluse le eventuali azioni proprie in portafoglio a quella data), al lordo delle ritenute di legge. Il valore complessivo dei dividendi proposti è di 30 milioni di euro.

Il dividendo sarà messo in pagamento, se approvato dalla Assemblea, dal 23 maggio 2018 (c.d. payment date), con stacco cedola (cedola n. 15) in data 21 maggio 2018 (c.d. ex date).

Avranno diritto al dividendo coloro che risulteranno Azionisti di Ansaldo STS S.p.A. al termine della giornata contabile del 22 maggio 2018 (c.d. record date).

Per quanto riguarda l’acquisto e la disposizione di azioni proprie, il Consiglio di Amministrazione della Società ha deliberato di richiedere all’Assemblea una nuova autorizzazione affinché lo stesso abbia la facoltà di acquistare e disporre delle azioni acquistate, nel rispetto della normativa vigente e in particolare del Regolamento (UE) n. 596/2014, a servizio dei piani di incentivazione azionaria approvati dalla Società.

L’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie è richiesta per un periodo di 18 mesi a far data dalla delibera assembleare di autorizzazione. L’autorizzazione alla disposizione è richiesta senza limiti temporali. Gli acquisti potranno essere effettuati in una o più volte sino al massimo di n. 251.000 azioni ordinarie, corrispondenti allo 0,125% del capitale sociale. Pertanto, tenuto conto dell’attuale quotazione del titolo Ansaldo STS presso la Borsa di Milano, il potenziale esborso massimo di acquisto per l’operazione è stimato in circa 3.117.000 Euro.

Le operazioni di acquisto saranno effettuate in conformità con quanto previsto dall’art. 132 del D.Lgs. 58/1998, dall’art. 144-bis del Regolamento Emittenti e da ogni altra normativa italiana o europea applicabile, nonché dalle prassi di mercato ammesse riconosciute dalla Consob e dovranno essere effettuate a condizioni di prezzo conformi a quanto previsto dall’art. 3 comma 2 del Regolamento Delegato (UE) n. 2016/1052 della Commissione Europea dell’8 marzo 2016.

Le azioni a servizio dei piani di incentivazione azionaria approvati dalla Società saranno assegnate con le modalità e nei termini indicati dai regolamenti dei piani medesimi.

Ad oggi la Società non detiene azioni proprie.

Andy Barr, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Ansaldo STS, ha commentato: “Il 2017 è stato un anno importante, i risultati sono stati comunque positivi e l’impatto dei problemi derivanti da un contratto in nord Europa è stato contenuto. Sono particolarmente soddisfatto del lavoro del mio team e vorrei ringraziare tutti i colleghi per i continui sforzi nel riaffermare l’impegno della Società come partner affidabile per molti dei principali clienti nel mondo a livello ferroviario e metropolitano.