Roma
31 Lug 2018, ore 14:15
  • Ordini acquisiti nel periodo per 496,6 milioni di euro (-23,9%)
  • Portafoglio ordini pari a 6.259,7 milioni di euro (-3,0%)
  • Ricavi pari a 660,1 milioni di euro (+3,8%)
  • Risultato Operativo (EBIT) di 54,4 milioni di euro (-3,7%)
  • Risultato netto di 41,3 milioni di euro (-3,7%)
  • Posizione finanziaria netta, cassa netta positiva, per (349,5) milioni di euro (+24,8%)

 Il Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS (STS.MI), ha preso in esame ed approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata del Gruppo al 30 giugno 2018.

L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Ansaldo STS, Andy Barr, ha commentato: “Le performance della società nei primi sei mesi dell’anno sono positive. Sto guardando al prossimo futuro per garantire che questo trend possa continuare e ci stiamo concentrando sull’acquisizione di nuovi ordini nella seconda parte dell’anno. Oltre a ciò, stiamo lavorando per portare a compimento le azioni delineate nel documento di “Quadro Strategico”.

Gli Ordini del primo semestre 2018 sono pari a 496,6 milioni di euro rispetto a 652,7 milioni di euro al 30 giugno 2017; il valore del Portafoglio Ordini è pari a 6.259,7 milioni di euro (6.457,5 milioni di euro al 31 dicembre 2017, 6.453,8 milioni di euro al 30 giugno 2017).

Il volume dei Ricavi è pari a 660,1 milioni di euro, in aumento di 24,3 milioni di euro rispetto al dato di 635,8 milioni di euro del primo semestre del 2017; l’incremento è da attribuirsi al maggior avanzamento di progetti in Italia e nell’area Asia Pacifico.

Il Risultato Operativo (EBIT) è pari a 54,4 milioni di euro, contro 56,5 milioni di euro del 30 giugno 2017; la redditività operativa (ROS) si attesta al 8,2% rispetto al 8,9% dello stesso periodo dell’anno precedente.

In particolare si evidenziano maggiori volumi di produzione e maggiori investimenti in attività di ricerca e sviluppo.

A partire dal 1° gennaio 2018 è in vigore il nuovo principio contabile IFRS15 sulla rilevazione dei ricavi; in particolare per il primo semestre 2018 il differenziale complessivo in termini di ricavi ed EBIT, qualora non fosse stata applicata la nuova regola, si quantifica in circa 3,7 M€ che attesterebbe il ROS a circa l’8,8%, praticamente in linea con i primi sei mesi dell’anno precedente.

Il Risultato Netto ammonta a 41,3 milioni di euro, in diminuzione di 1,5 milioni di euro rispetto ai 42,8 milioni di euro rilevati al 30 giugno 2017.