Rome
29 Ott 2018, ore 20:15

Si rende noto che, in virtù dell’accordo sottoscritto da Hitachi Ltd., Hitachi Rail Italy Investments S.r.l. ed Elliott Management Corporation, Elliott International, L.P., Elliott Associates, L.P. e The Liverpool Limited Partnership per l’acquisto da parte di Hitachi Rail Italy Investments S.r.l. dell’intera partecipazione detenuta in Ansaldo STS da Elliott International, L.P., Elliott Associates, L.P. e The Liverpool Limited Partnership (“i Fondi Elliott”), i consiglieri Rosa Cipriotti, Michele Alberto Fabiano Crisostomo e Fabio Labruna hanno rassegnato, in data odierna, le dimissioni irrevocabili dalla carica di membro del Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS S.p.A. (“la Società”).

Si precisa che tali dimissioni avranno efficacia a decorrere dal 2 novembre 2018 e subordinatamente al perfezionamento della cessione ad Hitachi Rail Italy Investments S.r.l., società interamente ed indirettamente controllata da Hitachi Ltd., di tutte le azioni della Società attualmente detenute dai Fondi Elliott.

Si ricorda che Rosa Cipriotti, Michele Alberto Fabiano Crisostomo e Fabio Labruna sono stati tratti dalla lista presentata dai Fondi Elliott per l’Assemblea degli Azionisti del 13 maggio 2016.

Si ricorda inoltre che i consiglieri dimissionari sono indipendenti e non esecutivi e non ricoprono alcuna carica all’interno dei comitati di Ansaldo STS nonché, per quanto noto alla Società, che non detengono alla data odierna azioni Ansaldo STS.

Si rende inoltre noto che, in virtù del predetto accordo, Alessandra Gavirati e Marco Taricco, nella loro qualità di candidati alla carica di amministratore della Società, in virtù della lista presentata dai Fondi Elliott all’Assemblea degli Azionisti del 13 maggio 2016, hanno rinunciato irrevocabilmente alla nomina ad amministratore della Società in sostituzione dei possibili amministratori dimissionari Rosa Cipriotti, Michele Alberto Fabiano Crisostomo e Fabio Labruna, tratti dalla medesima lista, subordinatamente al perfezionamento della cessione di tutte le azioni della Società attualmente detenute dai Fondi Elliott.

Si comunica infine che non sono previste indennità o altri benefici a seguito della cessazione dalla carica.