20 Feb 2014, ore 11:00

Genova, 20 febbraio 2014

Il Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS (STS.MI), riunitosi oggi sotto la presidenza di Sergio De Luca, ha convocato l’Assemblea Ordinaria degli Azionisti, in unica convocazione, per il giorno martedì 15 aprile 2014.

Gli argomenti all’ordine del giorno della convocata assemblea, oltre all’approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2013, sono:

  • la deliberazione sulla prima sezione della Relazione sulla Remunerazione prevista dall’art. 123-ter, comma 3, del D.Lgs. n. 58/1998;
  • la deliberazione sul compenso degli amministratori con deleghe ai sensi dell’art. 23-bis D.L. n. 201/2011;
  • la nomina del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale;
  • l’approvazione di un piano di assegnazione gratuita di azioni Ansaldo STS per le risorse chiave del Gruppo;
  • l’autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie.

L’avviso di convocazione, nonché la documentazione relativa ai punti all’ordine del giorno, saranno messi a disposizione del pubblico nei termini previsti dalla normativa vigente. 

Per quanto riguarda il nuovo piano di incentivazione azionaria, il Consiglio ha approvato una proposta che prevede l’assegnazione gratuita di massime n. 1.500.000 (un milione e cinquecentomila) azioni Ansaldo STS all’Amministratore Delegato e Direttore Generale della Società, ai Dirigenti con Responsabilità Strategiche della Società e ad un numero massimo di 46 dirigenti considerati risorse chiave di Ansaldo STS SpA e/o delle società del Gruppo. 

Gli obiettivi principali del Piano sono i seguenti:

  • allineare gli interessi dei Destinatari con il perseguimento dell’obiettivo prioritario della creazione di valore per gli azionisti in un orizzonte di medio-lungo periodo;
  • coinvolgere e incentivare gli amministratori e il management la cui attività è ritenuta di fondamentale importanza per il raggiungimento degli obiettivi del Gruppo stesso;
  • comunicare la volontà della Società di condividere con le professionalità più elevate del Gruppo l’incremento previsto di valore della Società medesima;
  • favorire la fidelizzazione delle risorse chiave del Gruppo, incentivandone la permanenza all’interno dello stesso.

L’assegnazione delle azioni è subordinata a determinate condizioni, aventi carattere di condizioni sospensive, rappresentate dagli obiettivi di performance così individuati dal Consiglio di Amministrazione, sentito il Comitato per le Nomine e la Remunerazione: VAE (Valore Economico Aggiunto), Free Operating Cash Flow e andamento delle azioni di Ansaldo rispetto all’andamento del FTSE Italia All Share. La determinazione del numero di azioni da assegnare a ciascun destinatario sarà effettuata dal Consiglio di Amministrazione, sentito il Comitato per le Nomine e la Remunerazione, sulla base del ruolo e della responsabilità assunta da ciascuno destinatario all’interno del Gruppo. 

Il piano avrà durata triennale. Il periodo di riferimento dello stesso sarà, pertanto, costituito dagli esercizi 2014 - 2016.

In linea con quanto raccomandato dal Codice di Autodisciplina, il Piano prevede, per tutti i destinatari, un periodo di maturazione (c.d. vesting period) triennale e rolling, decorrente, per l’esercizio 2014, dalla data di approvazione del Piano da parte dell’Assemblea degli Azionisti e, per gli esercizi 2015 e 2016 dalla corrispondente data relativa a tali esercizi. 

Pertanto, le Azioni maturate con riferimento all’esercizio 2014 saranno assegnate ai Destinatari nel 2017, mentre quelle maturate con riferimento agli esercizi 2015 e 2016 saranno assegnate ai Destinatari, rispettivamente, nel 2018 e nel 2019.

Inoltre, per l’Amministratore Delegato e Direttore Generale nonché per i Dirigenti con Responsabilità Strategiche, il 20% delle Azioni spettanti per ciascun esercizio di riferimento sarà soggetto a un periodo di lock-up biennale decorrente dalla scadenza del vesting period. Pertanto, per l’Amministratore Delegato e Direttore Generale nonché per i Dirigenti con Responsabilità Strategiche, tale periodo verrà a scadere: (i) nel 2019, con riferimento alle Azioni relative al 2014, (ii) nel 2020, con riferimento alle Azioni relative al 2015 e (iii) nel 2021, con riferimento alle azioni relative al 2016.

Le Azioni saranno rese disponibili utilizzando azioni già emesse da acquistare ai sensi dell’art. 2357 e seguenti del Codice Civile, o già possedute dalla Società.  

Per quanto riguarda l’acquisto e la disposizione di azioni proprie, il Consiglio ha deciso di chiedere all’Assemblea una nuova autorizzazione - previa revoca della precedente autorizzazione deliberata dall’Assemblea Ordinaria degli Azionisti del 6 maggio 2013 - affinché esso abbia la facoltà di acquistare e di disporre delle azioni acquistate, nel rispetto della normativa vigente e delle prassi di mercato ammesse riconosciute dalla Consob, nelle seguenti ipotesi:

  • a servizio dei piani di incentivazione azionaria approvati dalla Società;
  • nell’ambito di operazioni connesse alla gestione corrente e di progetti industriali coerenti con le linee strategiche che la Società intende perseguire, anche mediante operazioni di scambio, permuta, conferimento o altro atto di disposizione connesso a progetti industriali o operazioni di finanza straordinaria;
  • al fine di effettuare attività di sostegno della liquidità del mercato. 

L’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie è richiesta per un periodo di 18 mesi a far data dalla delibera assembleare di autorizzazione. L’autorizzazione alla disposizione è richiesta senza limiti temporali. In coerenza con quanto fatto lo scorso anno, gli acquisti potranno essere effettuati in una o più volte sino al massimo consentito per legge e cioè in misura pari al 20% del capitale sociale (n. 36.000.000 di azioni, da cui andranno dedotte le azioni proprie detenute pro tempore dalla Società). Pertanto, tenuto conto dell’attuale quotazione del titolo Ansaldo STS presso la Borsa di Milano, il potenziale esborso massimo di acquisto per l’operazione è stimato in circa 290.700.000,00 di Euro.

Le operazioni di acquisto saranno effettuate in conformità con quanto previsto dall’art. 132 del D.Lgs. 58/1998, dall’art. 144-bis del Regolamento Emittenti e da ogni altra normativa applicabile, nonché dalle prassi di mercato ammesse riconosciute dalla Consob e dovranno essere effettuati a condizioni di prezzo conformi a quanto previsto dall’art. 5, comma 1 del Regolamento (CE) n. 2273/2003 della Commissione Europea del 22 dicembre 2003. 

Gli atti dispositivi, e in particolare la vendita delle azioni proprie, non potranno essere effettuati a un prezzo inferiore del 10% rispetto al prezzo di riferimento rilevato sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. nella seduta di borsa precedente ogni singola operazione. Le azioni a servizio dei piani di incentivazione azionaria approvati dalla Società saranno assegnate con le modalità e nei termini indicati dai regolamenti dei piani medesimi. Qualora le azioni siano oggetto di scambio, permuta, conferimento o qualsiasi altro atto di disposizione non in denaro, i termini economici dell’operazione saranno determinati in ragione della natura e delle caratteristiche dell’operazione, anche tenendo conto dell’andamento di mercato del titolo Ansaldo STS.

Qualora poi le azioni siano utilizzate al fine dello svolgimento dell’attività di sostegno della liquidità del mercato, le vendite dovranno essere effettuate nel rispetto dei criteri fissati dalla delibera della Consob sulle prassi di mercato ammesse. 

Ad oggi la Società detiene n. 1.265 azioni proprie rappresentative dello 0,0007% del capitale sociale.

Il Consiglio ha, inoltre, approvato la politica sulla remunerazione di Ansaldo STS per l’anno 2014, che sarà descritta all’interno della prima sezione della Relazione sulla Remunerazione ai sensi dell’art. 123-ter del TUF. Tale Relazione sarà messa a disposizione del pubblico nei termini e con le modalità previsti dalla normativa vigente. 

Si rammenta che, come indicato nel calendario degli eventi societari, il Consiglio di Amministrazione per l’approvazione del progetto di bilancio 2013 è previsto per il 7 marzo 2014.