25 Mar 2013, ore 14:00

Il Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS (STS.MI), riunitosi oggi, ha convocato l’Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti in unica convocazione per il giorno 6 maggio 2013.

Gli argomenti all’ordine del giorno della convocata assemblea, oltre all’approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2012 sono: (i) la deliberazione sulla prima sezione della Relazione sulla Remunerazione prevista dall’art. 123-ter, comma 3, del D.Lgs. n. 58/1998; (ii) l’integrazione del Consiglio di Amministrazione; (iii) la nomina del Presidente del Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS; (iv) l’autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie e (v) la modifica dello Statuto Sociale di Ansaldo STS.
L’avviso di convocazione, nonché la documentazione relativa ai punti all’ordine del giorno, saranno messi a disposizione del pubblico nei termini previsti dalla normativa vigente.

Per quanto riguarda l’acquisto e la disposizione di azioni proprie, il Consiglio ha deciso di chiedere all’Assemblea una nuova autorizzazione - previa revoca della precedente autorizzazione deliberata dall’Assemblea Ordinaria degli Azionisti del 7 maggio 2012 - affinché esso abbia la facoltà di acquistare e di disporre delle azioni acquistate, nel rispetto della normativa vigente e delle prassi di mercato ammesse riconosciute dalla Consob nelle seguenti ipotesi:

  • a servizio dei piani di incentivazione azionaria approvati dalla Società;
  • nell’ambito di operazioni connesse alla gestione corrente e di progetti industriali coerenti con le linee strategiche che la Società intende perseguire, anche mediante operazioni di scambio, permuta, conferimento o altro atto di disposizione connesso a progetti industriali o operazioni di finanza straordinaria;
  • al fine di effettuare attività di sostegno della liquidità del mercato.

L’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie è richiesta per un periodo di 18 mesi a far data dalla delibera assembleare di autorizzazione. L’autorizzazione alla disposizione è richiesta senza limiti temporali. In coerenza con quanto fatto lo scorso anno, gli acquisti potranno essere effettuati in una o più volte sino al massimo consentito per legge e cioè in misura pari al 20% del capitale sociale (n. 32 mln. di azioni da cui andranno dedotte le azioni proprie detenute pro tempore dalla Società). Pertanto, tenuto conto dell’attuale quotazione del titolo Ansaldo STS presso la Borsa di Milano, il potenziale esborso massimo di acquisto per l’operazione è pari a circa 231 milioni di euro.
Le operazioni di acquisto saranno effettuate in conformità con quanto previsto dall’art. 132 del D.Lgs. 58/1998, dall’art. 144-bis del Regolamento Emittenti e da ogni altra normativa applicabile, nonché dalle prassi di mercato ammesse riconosciute dalla Consob e dovranno essere effettuati a condizioni di prezzo conformi a quanto previsto dall’art. 5, comma 1 del Regolamento (CE) n. 2273/2003 della Commissione Europea del 22 dicembre 2003.
Gli atti dispositivi, e in particolare la vendita delle azioni proprie, non potranno essere effettuati a un prezzo inferiore del 10% rispetto al prezzo di riferimento rilevato sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. nella seduta di borsa precedente ogni singola operazione. Le azioni a servizio dei piani di incentivazione azionaria approvati dalla Società saranno assegnate con le modalità e nei termini indicati dai regolamenti dei piani medesimi. Qualora le azioni siano oggetto di scambio, permuta, conferimento o qualsiasi altro atto di disposizione non in denaro, i termini economici dell’operazione saranno determinati in ragione della natura e delle caratteristiche dell’operazione, anche tenendo conto dell’andamento di mercato del titolo Ansaldo STS.
Qualora poi le azioni siano utilizzate al fine dello svolgimento dell’attività di sostegno della liquidità del mercato, le vendite dovranno essere effettuate nel rispetto dei criteri fissati dalla delibera della Consob sulle prassi di mercato ammesse.

Ad oggi la Società detiene n. 752 azioni proprie rappresentative dello 0,00047% del capitale sociale.

Il Consiglio di Amministrazione ha altresì deliberato di far confluire la funzione Relazioni Esterne, prima a diretto riporto dell’Amministratore Delegato, nell’ambito della funzione Investor Relation, già a diretto riporto del CFO, dott. Christian Andi.

La responsabilità di tale nuova funzione, denominata Investor & External Relations, viene attribuita al dott. Andrea Razeto, attuale Investor Relator della Società.

Investor Relations e Contatti stampa:

Andrea Razeto, tel. +39 010 6552068
V. P. Investor & External Relations
andrea.razeto@ansaldo-sts.com


PMS
Giancarlo Fre, tel. +39 06 48905000
g.fre@pmsgroup.it

Andrea Faravelli, tel. +39 02 48000250
a.faravelli@pmsgroup.it